Mousse di cioccolato bianco, salsa di mandarino e pompelmo con noci tostate con e senza bimby

Amici gustosi, la regina di questa ricetta è una fantastica Mousse di cioccolato bianco!

Questa mousse è soffice, golosa, profumata, morbida che vi farà venire voglia di mangiarne sempre di più.

Una volta pronta, potrete mangiarla al cucchiaio realizzando dei golosissimi finger food oppure, farcire una torta o un rotolo dolce o infine potrete prepararla per accompagnare un dolce semplice e renderlo così, più sofisticato.

Questa mousse è facile e veloce da preparare ed è quindi, un dolce ideale da servire a ospiti inaspettati e quando, non avete tanto tempo a disposizione.

Ma ora, bando alle ciance e andiamo a preparare questa fantastica mousse!

Ingredienti:

200 gr. di cioccolato bianco; 125 ml. di panna liquida; 3 uova piccole; 1 pizzico di sale; salsa di mandarino e lampone; noci tostate.

Preparazione senza bimby:

Prima di tutto, mettete a tostare le noci in forno per circa 15 minuti, a 200° poi, una volta tostate sgusciatele e tenetele da parte.

Spezzettate il cioccolato bianco e mettetelo in una ciotola.

Nel frattempo prendete le uova, dividete i tuorli dagli albumi.

Fate arrivare quasi a bollire la panna e poi, versatela sul cioccolato poi una volta che il cioccolato si è ben sciolto, aggiungete uno alla volta i tuorli ed amalgamate bene.

Ora montate a neve gli albumi con un pizzico di sale

e quando sono ben montati, aggiungeteli al composto prima preparato ed amalgamate delicatamente con una palettina per dolci, per non far smontare il composto.

Quando la mousse è pronta, fatela riposare in frigo per circa 1 ora e poi prima di servirla, montatela ancora prima di servirla.

Infine io, ho completato la mia mousse con delle noci tostate, della salsa di mandarino e pompelmo e a casa, ho scelto di servirlo in una cocottina bianca.

(Nella foto iniziale, al finger food che ho servito ad un pubblico, ho aggiunto anche del biscotto sbriciolato amalgamato con del burro).

Preparazione con bimby:

Prima di tutto, mettete a tostare le noci in forno per circa 15 minuti, a 200° poi, una volta tostate sgusciatele e tenetele da parte.

Spezzettate il cioccolato bianco e mettetelo nel boccale poi, aggiungeteci anche la panna e fate sciogliere il tutto per 5 minuti, a 50°, veloc. 2.

Aggiungere ora anche i tuorli e amalgamare per 15 sec. veloc.4.

Trasferite adesso il composto ottenuto in una ciotola, lavate il boccale ed asciugatelo bene.

Nel boccale asciutto, montate la farfalla e fate montare gli albumi per 4 minuti, a veloc. 3,5.

Una volta montati gli albumi, amalgamateli delicatamente al composto nella ciotola senza smontarlo.

Ora coprite la mousse ottenuta con della pellicola e fatela rapprendere in frigo, per circa 1 ora e poi, prima di servirla, montatela ancora prima di servirla.

Infine, io ho arricchito la mia mousse con delle noci tostate e della salsa di mandarino e pompelmo.

Gustosissima!

Uova gustose farcite

Chi ha detto che le uova sode sono banali? Con questa ricettina, smentirete anche i più scettici e ne dovrete preparare poi tantissime, per soddisfare le tante richieste che vi faranno dopo averle assaggiate.

Le uova sode con questa farcitura, sono ottime per un aperitivo originale, per accompagnare dei salumi e un buon bicchiere di vino rosso.

Infine, questa ricetta è velocissima ed economicissima il che, non guasta mai vero?

Ingredienti:

4 uova; acqua; 1 cucchiaino di aceto bianco.

Per la farcitura:

4 tuorli sodi; 2 cucchiai abbondanti di maionese; 1 pizzico di sale; un pizzico di pepe misto; un pizzico di curcuma.

Preparazione:

Mettete a bollire dell’acqua con un cucchiaino di aceto bianco, in un pentolino.

Passate bene le uova intere sotto l’acqua corrente e, quando l’acqua bolle immergeteci dentro le uova e fatele cuocere, per circa 13 minuti.

Una volta cotte, toglietele dall’acqua bollente e immergetele in una ciotola con dell’acqua fredda dove le farete intiepidire.

Preparazione della farcitura:

Ora togliete delicatamente il guscio alle uova

e con un coltello liscio, tagliate un uovo alla volta a metà e svuotatelo del tuorlo che poi, dovete mettere in una ciotolina a parte.

Nella ciotolina in cui avete messo i tuorli aggiungeteci la maionese, il pizzico di sale ed amalgamate bene con una spatola il tutto, fino a creare una crema omogenea.

♥Se avete un frullatore usatelo, il composto così sarà più liscio.

Una volta preparata la farcitura, mettetela in una sac à poche munita di una bocchetta ampia a stella e farcite uno alla volta, le parti di albumi sodi svuotati.

Spolverizzate con un pizzico di pepe misto e curcuma e voilà, le uova farcite sono pronte per essere divorate.

♥Vi svelo una chicca:

La farcitura o crema che ho usato per farcire queste uova sode, io la uso per arricchire l’insalata di riso che così diventa particolare e buonissima.

Gustose!

Lumache ripiene di mousse alle olive verdi su purea di zucca

Ingredienti e materiali occorrenti per la pasta:

Pasta di Gragnano trafilata al bronzo, formato lumaca; olio di oliva; pellicola per alimenti e sac a poche.

Per la mousse di olive verdi:

mascarpone; olive verdi denocciolate verdi; parmigiano reggiano; 2 pizzichi di sale; 2 macinate di pepe verde.

Per la purea di zucca:

zucca q.b.( io ho usato quella del mio orto); sale q.b., olio di oliva; 1/2 spicchio di aglio.

Preparazione della pasta:

Prendete una pentola alta, riempitela di abbondante acqua, poi del sale, ponetela sul fuoco e quando l’acqua bolle calateci dentro 5/6 lumache alla volta.

Fate precuocere le lumache fino a che risulteranno appena elastiche poi, scolatele, spennellatele di olio di oliva e adagiatele in un vassoio oleato o una teglia.

Una volta precotte tutte le lumache, copritele con della pellicola per alimenti.

Preparazione della mousse di olive verdi:

Prendete una ciotola ampia e lavorate con una spatola un pò il mascarpone che, deve essere a temperatura ambiente così da poterlo lavorare meglio perchè, risulta più morbido.

Ora asciugate se presente, l’acqua in eccesso dalle olive e frullatele.

Aggiungete così le olive frullate al mascarpone, il pepe, il parmigiano reggiano, il sale ( poco) ed amalgamate bene.

La vostra mousse è pronta!

Preparazione della purea di zucca:

Prendete la zucca e privatela della buccia e dei semi,

poi lavatela e tagliatela a pezzetti.

Ora mettete i pezzi di zucca in una padella, dell’olio, del sale e l’aglio e fate saltare fino a che i pezzi di zucca non si sono ammorbiditi.

Quando i pezzi di zucca sono cotti, togliete l’aglio, frullateli e la vostra purea di zucca è pronta!

Ora potete finire i lumaconi così:

Prendete la sac a poche, riempitela e farcite un lumacone alla volta.

Fatto questo, prendete il bicchiere o piattino da portata e adagiate sul suo fondo un cucchiaino di purea di zucca poi, su questa poneteci la lumaca farcita e decorate con una foglia fresca di basilico.

Il vostro finger food è pronto per essere mangiato con la bocca ma anche con gli occhi!

Gustosissimi!

Una giovane ristorazione di qualità? Il Restaurant, Lounge Bar Pizzeria “Zaira”

Al centro di Pompei (NA) e più precisamente in via Bartolo Longo n.5, ho scoperto un ristorante giovane ma soprattutto più che valido, il Restaurant Lounge Bar Pizzeria “Zaira” dove i titolari sono: lo chef Maurizio Di Ruocco, ex studente della sede coordinata di Agerola dell’Iepsseoa “Raffaele Viviani” di Castellammare di Stabia e, suo fratello Giuseppe che si occupa dello svolgersi del servizio curandone i minimi particolari aiutato, da un altrettanto giovane Marco Fontanella anch’esso attento e professionale.

In cucina, lo chef Maurizio Di Ruocco non è solo ma è aiutato dalla giovane fidanzata Teresa Romano anch’essa, piena di passione e dedizione per la buona cucina.

Le materie prime, sono accuratamente selezionate da entrambi i fratelli che conoscendo le loro origini, Gragnano(NA) e sapendo che la Famiglia Di Ruocco possiede un orto che, gli fornisce gran parte delle materie prime utilizzate nei piatti realizzati e destinati ai propri clienti, non può che farmi apprezzare questi ragazzi che così, sanno il fatto loro.

Le materie prime di qualità come avrete capito, sono tra i fiori all’occhiello del ristorante Zaira inoltre, lo chef è preparato ed attento alle novità nel settore e allo stesso tempo ama la tradizione enogastronomica del proprio territorio, Gragnano (NA).

Ora vi racconto la mia personale esperienza allo Zaira:

Appena entrata, l’impressione è stata subito positiva per l’accoglienza professionale e cortese che il personale mi ha dimostrato poi,

accomodandomi ho notato che la sala dello Zaira offriva un’atmosfera di altri tempi, di buon gusto e raffinata

dove è stato un piacere poter conversare e degustare piatti che, sono stati realizzati con cura e passione e dove l’alta qualità non è una chimera ma una tangibile realtà.

I tavoli erano impeccabili dal punto di vista della mise en place, non scontata ma originale e molto curata.

Inoltre, l’attenzione durante tutta la cena riservata a me e i miei colleghi di avventure enogastronomiche (Nunzia Gargano e Maria Pepe), è stata costante e precisa in quanto ogni piatto veniva piacevolmente e brevemente descritto con cura.

Ora però gustosi, vi voglio presentare i piatti che abbiamo degustato con piacere:

I pani, di diversi sapori e colori

Lanternina di pasta ripiena di carne, prosciutto e ricotta dei Monti Lattari su Pomodoro San Marzano:

Uovo bio cotto a 65°, caciocavallo di bruna alpina, tarallo di Agerola e tartufo nero

Anolini di ricotta, provola e porcini con caciocavallo irpino e consommé di porcini

Filetto di maiale marinato cotto a bassa temperatura, patata blu, cipolla caramellata al miele di millefiori e chips di patata viola

Altrettanto squisiti, sono stati i dolci:

Cheesecake con yogurt di latte Nobile, biscotto croccante e salsa ai frutti di bosco

Tiramisù senza uova con fondo di cioccolato al caffè 62% arabica, pan di Spagna al caffè e mousse di mascarpone

Flan a limone su sciroppo al basilico

Di ottimo gusto e scelta sono stati poi i vini e non solo abbinati ai piatti:

Müller Thurgau-Tiefenbrunner (in abbinamento alla, Lanternina di pasta ripiena di carne, prosciutto e ricotta dei Monti Lattari su Pomodoro San Marzano)

Verdicchio di Matelica 2012 – Belisario ( in abbinamento all’ Uovo bio cotto a 65°, caciocavallo di bruna alpina, tarallo di Agerola e tartufo nero )

“Birra di castagno, di Tramonti” ( in abbinamento agli Anolini di ricotta, provola e porcini con caciocavallo irpino e consommé di porcini)

Dulcin in fundo, il Marsala vergine ( in abbinamento ai dolci).

Ovviamente per suggellare questa piacevole ed interessante serata, non potevo farmi scappare lo staff al completo

e con le mie amiche gustose

Non mi rimane che ringraziare, tutto lo staff dello Zaira per l’accoglienza riservatami e per le interessanti idee e proposte che sono sicura, avranno il meritato successo perchè nel loro lavoro mettono, tanto impegno e passione.

Meringhe colorate con e senza bimby

meringhe-colorate-2

Amici gustosi, in questo periodo che precede il vicino carnevale, perchè non preparare oltre alle chiacchiere o castagnole, delle coloratissime e gustosissime meringhe?

Con i loro colori e il loro gusto dolcissimo, renderete felici tutti e potrete vantare di portare in tavola dei dolci originali e bellissimi, non solo a carnevale ma anche nelle feste di compleanno, onomastico, etc.!

Le meringhe per molti sono difficili da realizzare in casa ma, io in questa ricetta vi svelo i segreti per realizzare delle splendide meringhe che, potrete mangiare da sole oppure usarle per decorare dei dolci o per realizzarne degli altri.

Ingredienti:

130 gr. di albumi; 330 gr. di zucchero a velo: 1/2 bicchierino da caffè di succo di limone.

Per la colorazione:

1 fiala di colorante alimentare liquido, per colore; io ho usato il giallo e il viola.

Materiale occorrente:

sac a poche; carta da forno; 1 teglia.

Preparazione con il bimby:

Innanzitutto, prendete le uova e separate gli albumi dai tuorli.

Prendete la farfalla e montatela nel boccale, aggiungeteci gli albumi insieme allo zucchero a velo e il succo del limone e, fate montare per 12 min, a 37°, veloc. 3.

composto-per-meringhe

♥Se non avete a disposizione lo zucchero a velo, potete farlo nel bimby prima di montare gli albumi, bastano 9 sec. a velc. 10.

Una volta pronto il composto per le meringhe, dividetelo in più ciotole a seconda della quantità dei colori che volete realizzare, io ho usato 3 colori, il bianco è il composto stesso della meringa.

composti-bianchicomposto-bianco

In ogni ciotola poi, aggiungete la fiala di colorante che avete scelto ed amalgamatela bene al composto che, deve risultare liscio ed omogeneo nel colore, il colore bianco come naturale deve rimanere così com’è.

composti-coloraticomposto-bianco

Una volta pronto, prendete un pò di composto alla volta ed inseritelo nella sac a poche dove, dovrete inserire il beccuccio medio ampio o striato a seconda della forma che, volete dare alle vostre meringhe.

♥Io ho usato una boccuccia striata, perchè volevo rendere le mie meringhe più scomposte, come coriandoli arrotolati per la festa di carnevale che, è alle porte!

Ora realizzate con la sac a poche, delle meringhe di media grandezza

meringhe-prima-della-cottura

ed infornatele in una teglia foderata da carta da forno, in forno preriscaldato a 100° per circa 2 ore.

♥Io ho voluto realizzare meringhe di varie grandezze per rendere il mio vassoio più ricco e simpatico.

meringhe-in-forno

♥Se fate delle meringhe più piccole, dei ciuffetti (ve le consiglio, cuociono in meno tempo), di circa 3 cm. dovrete cuocerle per circa 1 ora).

Assicuratevi che siano ben cotte e poi, fatele raffreddare e magari servitele in un vassoio con dei confettini colorati.

meringhe-coloratemeringhe-4

Senza bimby:

Innanzitutto, prendete le uova e separate gli albumi dai tuorli.

Ora munitevi di uno sbattitore elettrico, montate gli albumi aggiungendo il succo di limone e man mano lo zucchero a velo setacciato fino quando, non avrete un composto ben fermo e spumoso.

composto-bianco

Potete continuare ora, come descritto sopra.

Gustosissime!

Sai che:

Il segreto per ottenere delle meringhe fatte in casa perfette, è quello di:

  • Separare bene gli albumi dai tuorli, non vi deve essere nessuna traccia di questi nelle chiare altrimenti, non monteranno bene.
  • La temperatura di cottura, deve essere bassa 80/100° altrimenti le meringhe diventeranno scure e non si cuoceranno all’interno quindi: bisogna cuocerle a bassa temperatura per più tempo.
  • Montare a lungo gli albumi così da ottenere un composto bello sodo.
  • Aggiungete del succo di limone al composto delle meringhe, così avrete un colore più lucido e brillante e, un sapore più delicato.

Tanti Auguri Nunzia Gargano

Anche per Nunzia Gargano, giornalista, storica, critica enogastronomica, creatrice del blog www.ritrattiditerritorio.it e ideatrice dell’omonimo premio, è arrivato il momento di festeggiare il 40° Compleanno.

Il 18 gennaio, abbiamo festeggiato Nunzia Gargano in primis come donna che, ha raggiunto un traguardo importante di vita ma che nel frattempo, ha saputo portare avanti con passione, coerenza e successo le sue idee che così risultano originali e anticonformiste.

Sulla torta (un trionfo di delicatezza e bontà) non a caso c’era scritto

L’ Integralista!

torta

La torta è stata realizzata per lei, dal maestro pasticciere Alfonso Pepe presente alla festa con la sua inseparabile consorte, Teresa Vitolo.

pepe-e-moglie

Alla festa di Nunzia che, si è tenuta presso la Braceria Bifulco ad Ottaviano (NA) non è mancato nessuno degli invitati, ( amici, parenti, professionisti del settore enogastronomico, di quello giornalistico e della ristorazione) che così, hanno dimostrato la loro stima per lei e il loro piacere di festeggiarla.

bifulco-2

Per la serata, un menù con protagonista la carne (non poteva essere scelta migliore, visto che la Braceria Bifulco è sinonimo di eccellenza nella qualità delle carni e salumi da loro stessi lavorati, cucinati e serviti e non solo ma anche, di tutte le altre materie prime che impiega per soddisfare a pieno, i suoi clienti e amici ).

?????????????

genovese

Vi presento il menù servito per la serata:

Aperitivo

Gateau

gateau

Un soffio di lasagna;

soffio-di-lasagna

Sfera di scottona con verza napoletana e pecorino;

sfera-di-scottona

Tartare di marchigiana;

tartare

Sandiwich di lingua e friarielli.

sandwich-di-lingua-e-friarielli

Antipasto

Zuppetta di fagioli con clorofilla di foglie invernali e lardo iberico

zuppetta-di-fagioli-con-clorofilla-di-foglie-invernali-e-lardo-iberico

Primo

Candela Vicidomini alla genovese con tartare di mela annurca e Carmasciano

candela-vicidomini-alla-genovese-con-tartare-di-mela-annurca-e-carmasciano

Secondo

Degustazione alla brace:

Costata Marchigiana;

marchigiana-beneventana

Picanha selezione Bifulco;

picanha

Entrecote e bocconcini di maialino.

entrecote

Contorni:

Chips;

Insalatine al radicchio, puntarelle e arance;

Scarolina cruda/cotta.

scarola

Predessert

Cheese Blu al pistacchio e frutti di bosco.

predessert

Dulcis in fundo, la torta, semifreddo al caramello con sopra la riproduzione del taccuino Moleskine.

torta-tagliata

e ancora più in fundo, le signore sfogliatelle

sfogliatelle

e frolle calde

frolle

e il signor babà

baba

Vini:

Spumante Brut Don Andrea 36 05; Rosso Don Andrea 36 05; Primitivo Santa Costa.

spumante-brut-don-andrea

rosso-don-andrea

Un compleanno quello di Nunzia trascorso all’insegna dell’ottimo cibo, di vini di alta qualità, di sane chiacchiere e tante risate.

io-e-amici

io-e-amiche

io-e-amici-2

io-e-pasquale

nunzia-2

Foto di: Mariana Silvana Dedu, Mariano Luro e igustosidilucia.

Ringrazio Nunzia, per avermi resa partecipe di questo giorno così importante per lei e, per tutte le avventure enogastronomiche che ha voluto condividere con me.

Ad Maiora!

io

Pan d’arancio con e senza bimby

pan-darancio-3

Visto che, le arance sono le regine degli agrumi in questo periodo, non potevo non regalarvi una ricetta semplice e gustosa di stagione con protagoniste, le arance!

Ho pensato alle arance e ad una regione e, mi è venuto in mente un dolce tipico siciliano fatto con le arance: il Pan d’arancio.

E’ un dolce il Pan d’arancio che, vi estasierà con il suo profumo e la sua morbidezza.

Per esaltare ancora di più il profumo di arancia, nell’impasto di questo dolce oltre all’arancia, ho aggiunto anche del succo di arancia ma voi potete non metterlo.

Provate a fare questo dolce e conquisterete, gli amanti degli agrumi e non solo anche i più piccini per la semplicità, il suo profumo, la sua sofficità ed è anche molto nutriente vista la vitamina C che contiene.

Questo dolce è ideale per una colazione, una merenda e per tutte le volte che abbiamo bisogno di una coccola di gola.

Ingredienti:

300 g di farina 00; 310 g di zucchero; 100 g di burro; 100 ml. di latte; 1 arancia medio grande intera; 1/2 bicchiere di succo di arancia; 3 uova grandi; 1 bustina di lievito per dolci.

Preparazione con il bimby:

Lavate l’arancia, tagliatela a pezzetti e frullatela con tutta la buccia, fino a ricavarne una purea, a veloc. 7 per 10 sec.

?????????????

arancia-frullata

Una volta fatto questo, aggiungeteci anche tutti gli altri ingredienti tranne il lievito e poi frullate a veloc. 6 per circa 40 sec.

Ora aggiungeteci anche il lievito e fate amalgamare a veloc. 5 per 20 sec.

impasto-pan-darancio

Versate così l’impasto in uno stampo di circa 26 cm di diametro imburrato e infarinato poi, infornate in forno preriscaldato a 160 °C fino a che la superficie non risulta dorata e circa per 60 minuti.

impasto-nello-stampo

Una volta cotto, lasciate raffreddare il pan d’arancio e poi potete cospargerlo o con dello zucchero a velo o con una glassa composta di succo d’arancia e zucchero a velo.

Preparazione senza bimby:

Lavate l’arancia, tagliatela a pezzetti e frullatela con tutta la buccia, fino a ricavarne una purea.

Prendete una ciotola e sbatteteci dentro le uova con lo zucchero poi successivamente, aggiungete la farina e il lievito setacciati ed infine il burro fuso.

Se gli ingredienti sono ben amalgamati, aggiungeteci la purea di arancia e continuare ad amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versate l’impasto in uno stampo di 26 cm di diametro imburrato e infarinato e, infornate in forno preriscaldato a 160 °C fino a che la superficie non risulta dorata e circa per 55/60 minuti circa.

Una volta cotto, lasciate raffreddare il pan d’arancio e poi potete cospargerlo o con dello zucchero a velo o con una glassa composta di succo d’arancia e zucchero a velo.

♥Sulla superficie del dolce ci sono dei piccoli buchi, questi sono dovuti al mio stampo ma se ne usate un altro tipo, non saranno presenti.

pan-darancio-2

Gustoso!

Risotto con gamberetti

risotto-con-gamberetti

Il risotto con gamberetti, è uno dei piatti più amati ed io vi svelerò alcuni segreti su come prepararne uno, da farvi leccare i baffi.

In questa mia ricetta, io ho usato il riso Carnaroli che è più costoso rispetto alle altre varietà di riso ma, è quello più adatto per i risotti perchè mantiene meglio la cottura ma se non lo trovate, potete usare anche del riso Ribe, Arborio e Vialone anch’essi ideali per il risotto.

Inoltre un ottimo risotto di pesce o crostacei, deve essere cucinato rigorosamente con un brodo di pesce o crostacei, detto bisque ed io non potevo non aiutarvi a prepararne una davvero gustosa!

Infine, vi aiuterò a cucinare anche un’ottima bisque che potrete servire anche, come piatto principale.

Allora bando alle ciance e, andiamo a cucinare!

Ingredienti per 4 persone:

320 gr. di riso carnaroli; 200 gr. di gamberi; sale q.b.; olio extravergine di oliva q.b.; 1 rametto di prezzemolo; 1 scalogno; 1/2 bicchierino da liquore di vino bianco secco.

Preparazione:

La prima operazione da fare è pulire i gamberi in questo modo:

Privateli della testa ( non buttatela perchè ci servirà per preparare la bisque di gamberi), sgusciateli( potete tenere anche questi da parte per fare la bisque) ed infine privateli delle budella ( il filo nero sottile).

gamberi-senza-testa

teste-gamberi

Ora prendete le teste dei gamberi, mettetele in una teglia foderata con della carta da forno ed infornate, a 200° per circa 5 minuti o fino a che non sono diventate più scure.

teglia-in-forno

teste-croccanti

Fatto questo, iniziate a preparare la bisque di gamberi così:

Prendete una pentola, aggiungeteci un’abbondante filo di olio di oliva e lo scalogno a pezzetti

preparaz-bisque

poi, quando questo inizia a soffriggere aggiungeteci le teste e i gusci dei gamberi e fate sfumare con il vino bianco.

soffritto-bisque-con-teste

Una volta che il vino è evaporato, aggiungeteci 3 bicchieri di acqua, coprite e fate cuocere per circa 50 minuti o fino a che il brodo non si è un pò rappreso .

acqua-per-la-bisque

Una volta pronta la bisque, filtratela con un colino e tenetela da parte.

♥Per questa ricetta non ho fatto rapprendere tanto la bisque perchè mi è servita come brodo per il risotto.

bisque

♥La bisque può essere servita come piatto principale ( in questo caso la bisque, deve avere una consistenza più densa di quella che ho ottenuto in questa ricetta),accompagnata con dei gamberi sgusciati, del prezzemolo e dei crostini.

Ora prendete una pentola, aggiungeteci dell’olio e questo è caldo, aggiungeteci anche il riso per farlo tostare (puoi sapere e vedere come tostare il riso cliccando qui) .

riso-tostato

Una volta fatto tostare il riso, aggiungeteci un pò alla volta la bisque che avete preparato man mano che viene assorbito.

riso-con-bisque

Quando il risotto è giunto quasi a fine cottura, aggiungeteci i gamberi sgusciati ( tenetene 4/5 da parte per l’impiattamento) ed amalgamate delicatamente spegnendo così la fiamma.

riso-con-agg-di-gamberetti

♥Attenzione, il riso deve essere aldente!

Impiattate il vostro risotto, decorandolo con alcune delle teste dei gamberi, dei gamberi sgusciati e del prezzemolo tritato e, Buon Appetito!

risotto-con-gamberetti-2

Gustoso!

♥Se ti piacciono i risotti, puoi trovare altre mie ricette:

Risotto agli spinaci

Risotto con purea di piselli, pancetta croccante e grana padano dop

Risotto al pepe rosa e salsiccia

Risotto ai carciofi con dadini di salame di lardo di colonnata

Markt Der Engel: il mercato di Natale a Neumarkt

Che ne dite, di fare un salto con me in Germania e più precisamente a Colonia, a visitare un meraviglioso mercato di Natale?

Il mercato di Natale a Neumarkt, il cosiddetto mercato degli angeli, è il più antico dei mercatini di Natale di Colonia e si trova sul nuovo mercato (neumarkt) tra la zona dello shopping ed una chiesa, la St. Aposteln ‘s church.

Sul cancello all’entrata, si notano i due grandi angeli illuminati e il mercato è tutto addobbato con luci a forma di stelle  che, rappresentano appunto il tema del periodo.

entrata-del-mercato

entrata-mercato-2

Un ‘esperienza da fare, per chi ama il Natale e per chi come me ama scoprire diversi usi e tradizioni culinarie!

Ovviamente io (ma nella realtà anche i miei compagni di viaggio) non mi sono risparmiata nulla, dal dolce al salato siano essi cibi o bevande altrimenti, come potevo informarvi su ciò che usano mangiare a Natale e Capodanno in Germania? Ai igustosidilucia, non poteva scappare l’occasione di andare questa volta oltre i confini dell’Italia e, farvi conoscere soprattutto piatti e alimenti che si usano mangiare in queste festività e, non solo.

io-e-compagnia

Le tantissime casette di legno presenti, ospitano diverse attività che riguardano non solo cibo e bevande ma anche oggetti artigianali che vanno da addobbi natalizi di legno, tazze personalizzate, accessori di lana, in pietre, etc oltre agli intrattenimenti per i bambini come delle giostre e animatori travestiti da personaggi come, ad esempio Babbo Natale.

stand-waffelnstand-poffertjesstand-reibenkuchenstand-dolcistand-articoli-natalizistand-cioccolatastand-oggettisticastand-marmellatestand-pralinestand-zuccherostand-souvenirstand-legnogiostre

Tantissime, sono le persone di ogni parte del mondo che ogni anno visitano questo mercato ed ogni volta è sempre, una grande emozione.

gentegente-e-casettegente-e-articoli-di-natalegente-3

Numerose le scelte culinarie offerte dalle varie casette presenti: salmone cotto alla brace, panini con bockwust o bradwust, i bretzel dolci e salati, i baumcucken caldi con l’aggiunta di salse al cioccolato al latte o fondente, i caffè speziati, vari tipi di birre, vin brulè,  e chi più ne ha più ne metta!

bretzelbaumkuchen

baumkuchen-caldobaumkuchen-con-ciocc

backwustbockwust-2dolci-di-marzapane

salmone-arrosto

birra

Amici gustosi, che dirvi?E’ stata una bellissima esperienza e chissà che, non la ripeterò ancora ovviamente visitando, un’altro mercato di natale di Colonia o di qualche altra città.

Il Panettone gastronomico con e senza Bimby

Panettone gastronomico

Il Panettone gastronomico è davvero una ricetta adatta a tutti gusti e in tutte le occasioni, come feste di compleanno, onomastici, feste natalizie, pasquali, buffet vari e gite fuori porta.

Potete inoltre dar sfogo alla vostra fantasia e ai vostri gusti e, farcire così il vostro panettone profumato e morbido in tantissimi modi, aggiungeteci poi che con questa ricetta potrete realizzarlo facilmente con le vostre mani e, stupire tutti i vostri amici e parenti e perchè no, regalarlo avvolto in della carta colorata!

Si avvicina il Natale e, se volete realizzare un buffet per le vostre tombolate oppure un aperitivo con i vostri amici, non c’è niente di più gustoso di un genuino e fragrante panettone gastronomico fatto in casa inoltre, potete farcirli in tantissimi modi ( affettati,  formaggi, pesce, creme salate, etc.).

Conquisterete tutti, grandi e piccini!

Ingredienti:

500 gr. di farina manitoba; 1 uovo grande; 14 gr. di lievito; 1 cucchiaino e mezzo di zucchero; 270 gr. di latte senza lattosio tiepido; 70 ml. di olio evo; 1 cucchiaio di sale.

Materiale occorrente:

stampo per panettone fatto di carta da forno da 1kg.; pellicola per alimenti ed 1 pennello di silicone.

Preparazione:

Prima prepariamo un lievitino con: il latte, il lievito sbriciolato, lo zucchero e 70 gr. di farina poi, copriamo con una pellicola e facciamo riposare per circa 30 minuti.

Dopo prendete il lievitino, aggiungete a questo l’olio, il sale, tutta la farina restante e dopo l’uovo ed impastate bene.

Mettete l’impasto in una ciotola, coperta con della pellicola e anche uno strofinaccio e lasciate lievitare fino al suo raddoppio.

Dopo riprendete l’impasto, formate una palla e mettetela nello stampo da panettone, copritelo con della pellicola o un canovaccio e lasciate lievitare circa 1 ora.

Ora spennellate il panettone con del latte ed infornatelo a 200° per circa 35 minuti.

Con il bimby:

Mettete nel boccale il latte (non c’è bisogno che sia tiepido), lo zucchero e il lievito sbriciolato per 1 minuto, a veloc. 2.

Aggiungete la farina setacciata, l’olio, l’uovo e il pizzico di sale, 10 minuti, a veloc. Spiga.

impasto-1

Formate ora una palla amalgamando ancora un pò a mano e aiutandovi con un pò di farina

palla-impasto

poi, trasferitela nello stampo da panettone coprite con della pellicola o un canovaccio e lasciate lievitare per circa 3/4 ore.

♥Fate attenzione a non far lievitare il panettone fino a fuori dallo stampo come ho fatto io altrimenti, il cottura in affloscerà.

palla-di-impasto-prima-della-lievitazione

Ora spennellate il panettone con del latte ed infornatelo a 200° per circa 35 minuti.

panettone-in-forno-dopo-lievitazione

Una volta cotto, fatelo raffreddare prima di toglierlo dallo stampo

panettone-sfornato

nudo

e poi potete farcirlo come più vi piace!

Io ho usato ingredienti come: salame napoli, prosciutto crudo, maionese, crema di carciofi, sottilette senza lattosio e mousse di olive verdi.

Per farcirlo, per prima cosa dovete tagliare in modo orizzontale la parte superiore del panettone poi, dovete continuare a tagliare il panettone in questa maniera fino ricavarne così, dei dischi in numero pari ed in questo caso dovete ricavarne 6 se poi, preferite fare degli strati più sottili potete ottenere 8 dischi di panettone gastronomico.

♥Il 6 disco è la parte superiore del panettone gastronomico.

strati

Ora potete farcire il panettone gastronomico con gli ingredienti che più vi piacciono.

strato-con-salame

strato-con-prosciutto-crudo

e potete anche decorarlo come ho fatto io, con degli spiedini a piacere.

Gustoso!